giovedì 5 aprile 2012

IMU - La proposta di Daniele Cerioli


Buon pomeriggio   Barcamp  Solbiate Olona,   

inoltro la  mia proposta  sull'argomento in oggetto  che ho inviato oggi  iscrivendomi al tavolo
di lavoro dell'Unione Industriali di Parma  del giorno 14 aprile 2012
dove riprendo e approfondisco alcuni argomenti già da voi cortesemente oggetto di pubblicazione.



BENI IMMOBILI (con assorbimento dell'Ici o di altre imposte sui valori immobiliari)
il valore del bene di riferimento per l'imposta è il suo costo di acquisto o costo di costruzione (immobili costruiti dal proprietario) che risulta sul certificato di proprietà rilasciato dal Comune ove è ubicato l'immobile. Il valore è incrementato annualmente dall'indice di riferimento di rivalutazione Istat appositamente dedicato

VALORI da euro 0 ad euro 1.500.000 IMPOSTA 0,001 uno per mille 1500 EURO per 1.500.000 euro valore massimo
VALORI da euro 1.500.000 ad euro 3.000.000 IMPOSTA 0,002 due per mille 4500 EURO per 3.000.000 euro valore massimo
VALORI da oltre euro 3.000.000 IMPOSTA 0,003 tre per mille 25500 euro per 10.000.000 euro (senza valore massimo)

l'imposta si paga 50% entro 30 giugno e 50% entro 31 dicembre di ogni anno + 15 giorni


3 APRILE 2012   APPROFONDIMENTO OPERATIVO  VISTO L'ATTTUALITA' DELL'IMU


Ogni Comune deve partendo dai valori presenti (valori catasto) organizzare il nuovo censimento degli immobili del territorio uno ad uno e rilevare la loro regolare destinazione urbanistica e il loro regolare stato di sicurezza per gli inquilini residenti e il loro valore attuale in base all'effettivo stato di conserrvazione dell'immobile e di location sul territorio

da questo nuovo censimento fatto da nuovi geometri attualmente disoccupati o in attesa di occupazione si fa ''punto a capo'' col catasto e si rilascia il certificato di proprietà che servirà in futuro per ogni atto di variazione urbanistica sull'immobile e atto di vendita che da questo punto in avanti saranno effettuati a pagamento non più presso i notai ma in comune di ubicazione dell'immobile oggetto di transazione
I dati degli immobili e il loro iter storico compreso i prezzi di acquisto vendita o costruzione in economia saranno pubblici e a pagamento potranno essere resi disponibili ai cittadini richiedenti notizie e informazioni sugli immobili
Gli immobili a destinazione industriale o commerciale o di attività di impresa
avranno aliquote da riconsiderare perchè strumentali all'attività di impresa o di industria
dopo che ogni comune avrà capito sui valori reali degli immobili residenziali quanta IMU può mettere nel cassetto e valutare se consentire aliquote zero per questi destinati ad attività di impresa o industria
La proposta di cui sopra nel Comune di San Polo d'Enza (RE) ove risiedo può essere realizzata in due mesi / tre mesi con 10 geometri del territorio disoccupati o in attesa di occupazione che ci sono e che fanno al giorno 4 immobili 2 al mattino e 2 al pomeriggio totale circa 100 al mese x 10 geometri 1.000 al mese in 3 mesi totale 3.000 immobili  a grandi linee tutti gli immobili del comune.

Daniele Cerioli

Nessun commento:

Posta un commento

VERDEOLONA, verso Olona River Park 2030

Il programma del Workshop " VERDEOLONA, verso Olona River Park 2030 " rivolto ad Amministratori, Tecnici, Professionisti ...